Contributo a fondo perduto, domande dal 15 giugno al 13 agosto. Ecco le indicazioni dell’Agenzia delle entrate per le imprese beneficiarie

Contributo a fondo perduto, domande dal 15 giugno al 13 agosto. Ecco le indicazioni dell’Agenzia delle entrate per le imprese beneficiarie

Si potranno presentare dal 15 giugno al 13 agosto (24, nel caso di presentazione da parte degli eredi) le domande per il contributo a fondo perduto previsto dal “Decreto Rilancio” a favore delle imprese colpite dall’emergenza Coronavirus. Ecco le indicazioni emanate dall’Agenzia delle Entrate: clicca qui

> CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO / CHE COS’È E A CHI SPETTA

Il “Decreto Rilancio” riconosce un contributo a fondo perduto, che ammonta a non meno di € 1.000 per le persone fisiche e 2.000 € per le società, a favore dei soggetti titolari di reddito d’impresa e lavoro autonomo a condizione che l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2020 sia inferiore ai due terzi dell’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2019. Al riguardo, si evidenzia che il contributo spetta anche in assenza del requisito appena descritto:

–  per i soggetti che hanno iniziato l’attività a partire dal 1° gennaio 2019;

– ai soggetti che hanno domicilio fiscale o sede operativa nei comuni c.d. “zona rossa” antecedentemente la dichiarazione di stato di emergenza nazionale.

In particolare, si applicano tre differenti percentuali cui commisurare il contributo come segue:

20% per i soggetti con ricavi o compensi non superiori a 400 mila € nel 2019;

15% per i soggetti con ricavi o compensi superiori a 400 mila € e fino a 1 mln € nel 2019;

10% per i soggetti con ricavi o compensi superiori a 1 mln € e fino a 5 mln di € nel 2019.