conf

REGIME FORFETARIO DAL 2019 – LE NOVITA’

Informiamo che il DDL di bilancio 2019 prevede una serie di modifiche al regime cd. “forfettario”:

  • unico limite di €. 65.0000 di ricavi/compensi dell’anno precedente per poter accedere, per qualsiasi tipo di attività
  • modifica dei requisiti di accesso

 

REGIME CONTRIBUTIVO AGEVOLATO

Per quanto riguarda il regime contributivo rimane confermata:

  • la riduzione del 35% della contribuzione IVS (Commercio e artigiani)
  • non applicabile alla Gestione separata Inps dei professionisti “senza Cassa”

 

Resta fermo anche il meccanismo di accredito contributivo secondo le regole della Gestione Separata (l’abbattimento allunga i termini per maturare l’anzianità pensionistica minima per andare in pensione).

 

VARIABILI RILEVANTI PER LA SCELTA

EFFETTI CONNESSI ALL’ESCLUSIONE DALL’IVA

Ai fini IVA il contribuente forfetario adotta un regime analogo a quello previsto per i minimi:

DIVIETO DI ADDEBITO IVA Su fatture/scontrini/ricevute fiscali emesse successivamente l’accesso al regime non va addebitata l’imposta a titolo di rivalsa.

Bollo: le fatture emesse scontano l’imposta di bollo di €. 2 se > €. 77,47.

DETRAZIONE IVA non si detrae l’Iva assolta, dovuta o addebitata sugli acquisti di beni e servizi.